Il DES, in breve

Una descrizione di che cos’è il DES Varese, e di cosa fa.

Gli scopi: contribuire a costruire un mondo più giusto, attraverso il cambiamento del sistema economico attuale; promuovere e diffondere i valori e i principi dell’economia solidale; mettere in rete (collegare saldamente) le tante realtà che fanno economia solidale nel nostro territorio; realizzare e favorire progetti di economia solidale che aiutino le realtà esistenti a consolidarsi e crescere, favoriscano la nascita di nuove realtà, sviluppino tutta la rete aumentando l’integrazione fra i vari attori dell’economia solidiale.

Le origini: il gruppo promotore del DES è stato avviato dai nodi locali della Rete Lilliput ed ha iniziato ad operare, insieme ad altre realtà che fin da subito hanno condiviso questo cammino, agli inizi del 2005. I valori fondanti sono stati quelli legati alla pace, ai diritti, alla giustizia sociale e alla difesa dell’ambiente (“Un altro mondo è possibile”). Nel 2007 il gruppo promotore si è costituito in APS.

L’Associazione DES VA

Nel 2012 i soci dell’Associazione sono 18.

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione è composto da 9 membri.

I Tavoli di DES VA: sono sottosistemi della rete, luoghi di sinergia e coordinamento tra realtà omogenee, strumenti di sviluppo di particolari temi di interesse per il Distretto.

Attualmente l’Associazione ha costituito i seguenti:

Tavolo Va-Oltre: coordinamento dei GAS della Provincia (e dintorni)

Tavolo Sienergia: è composto da professionisti, imprese, consulenti, persone interessate al tema delle energie rinnovabili

Tavolo Bio-edilizia: è composto da bio-architetti, imprese, altri professionisti; si occupa di consulenze e progetti nel campo della bio-edilizia

Tavolo Rete delle botteghe di commercio equo solidale: vi hanno aderito tutte le botteghe della provincia

Tavolo Da capo a piedi: si occupa di abbigliamento bio-ecologico

Tavolo Co-housing:: gruppo di persone/famiglie interessate a realizzare esperienze di co-housing

Le realtà che hanno aderito al DES, sottoscrivendo la carta dei principi, sono a tutt’oggi circa 120. Si tratta di GAS, botteghe del commercio equo e solidale, aziende produttive e di servizi, cooperative sociali, associazioni di volontariato e di promozione sociale, realtà che si occupano di ambiente, software libero, turismo responsabile, piccoli artigiani e commercianti,

L’Associazione DES VA è socia di: Cesvov Varese, Banca Popolare Etica, Scret (Supporto Connessioni Reti Territoriali), Associazione Co-energia.

Inoltre fa parte del Tavolo RES nazionale, del Tavolo regionale Finanza Etica e del gruppo di lavoro regionale sulla PDO.

Le principali attività svolte tra il 2007 ed il 2011

  •  Mappatura e costruzione della rete: conoscenza delle varie realtà, connessioni, sinergie
  • 4 edizioni della Fiera dell’economia solidale della provincia di Varese (“AllafieradelDES”)
  • 4 edizioni delle Pagine Arcobaleno, contenenti i riferimenti e brevi descizioni delle realtà che hanno aderito al DES.
  • 10 edizioni del Forum dei GAS provinciali (in collaborazione e per il tramite del Tavolo Va-Oltre)
  • laboratorio sul denaro dal titolo: “Arricchirsi in due giorni”
  • incontri e convegni organizzati dai Tavoli del DES
  • adesione al progetto nazionale “Co-Energia”
  • partecipazione – come organizzatori e fruitori – dei corsi per animatori di rete, organizzati dalla Cooperativa Scret
  • partecipazione a convegni, incontri e manifestazioni, organizzati da altre realtà

I progetti e le attività in corso nel 2012

  1. Nel mese di aprile è stata elaborata la versione definitiva della bozza del nuovo statuto. Questo è un passaggio importante che determina un cambiamento sostanziale nell’Associazione, che da mero strumento nato per facilitare la nascita ed i primi passi del Distretto di economia solidale di Varese, diventa effettivamente organo di reale rappresentanza di tutte le realtà che in questi anni hanno aderito al DES, sottoscrivendo la Carta dei Principi. Questo nell’intento di consegnare la gestione della rete che abbiamo creato alla rete stessa, attraverso un maggior coinvolgimento ed una maggiore responsabilizzazione di tutte le realtà e processi decisionali trasparenti e condivisi. La bozza approvata  prevede che l’Associazione “DES VA” diventi un’associazione di secondo livello ed i soci, pertanto, non saranno più persone fisiche (con l’eccezione dei soci volontari) ma realtà associative (formali o informali che siano). La bozza verrà inviata a tutte le realtà che hanno aderito al DES, in modo che possa essere conosciuta da tutti, analizzata e discussa, con la richiesta di passare dal ruolo di semplici aderenti a quello di soci. Nel mese di settembre si terrà un’assemblea straordinaria, nel corso della quale tutti i soci voteranno per approvare il nuovo statuto.
    Il consiglio direttivo sta inoltre elaborando un pacchetto di regolamenti, relativi  al meccanismo di rappresentanza dei soci nel Consiglio Direttivo, alle modalità decisionali ed ai mandati ai referenti, ai Tavoli ed ai gruppi di lavoro.
  2. Progetto “Per una pedagogia della terra”. Questo progetto – finanziato, tramite un bando, dalla Fondazione Cariplo – viene realizzato con i DES di Como e della Brianza e con la Cooperativa Scret.. Per noi è un progetto molto importante – strategico, potremmo dire – per i contenuti (PGS) e le prospettive che apre nello sviluppo della rete sia a livello operativo che di consolidamento e allargamento della relazioni tra le realtà dell’economia solidale territoriale. Inoltre rinforza la collaborazione con gli altri DES. Infine riveste un’importanza particolare per il fatto che per la prima volta ci permette di avere persone pagate per il lavoro che fanno per il DES.
  3. Sportelli energia: il Tavolo Sienergia ha aperto e gestito – da un anno a questa parte – uno sportello di consulenza in ambito energetico nel Comune di Cesate, su richiesta dell’Amministrazione Comunale. Visti i positivi risultati l’Amministrazione ha chiesto di prorogare la convenzione in atto sino al termine del mandato.
  4. Da alcuni mesi è stato avviato un percorso di integrazione con la Cooperativa Aequos che è già nata – si può dire – all’interno della rete in quanto fondata dai GAS  e gestita dai GAS, ma di fatto ha avuto un suo percorso autonomo che va riconosciuto e valorizzato; l’intento non è dunque quello di fondersi ma di integrarsi maggiormente costruendo e realizzando insieme dei progetti. Con l’esperienza che in questi anni ha maturato e viste le prospettive di crescita che si è date, Aequos può diventare un elemento fondamentale nello sviluppo di relazioni economiche all’interno della rete.
  5. Il DES Varese ha aderito al progetto “Energia 21 Laghi“, che vede come capofila il Cast di Laveno e come partner Agenda 21 Laghi e l’Università dell’Insubria. Il DES parteciperà attraverso i professionisti dei Tavoli Sienergia e Bio-edilizia, che ricopriranno il ruolo di auditor e di formatori, oltre che con la presenza di un proprio referente al tavolo di coordinamento del costituendo distretto di transizione energetica. Il progetto ha partecipato ad un bando di Fondazione Cariplo ed è stato ammesso al finanziamento richiesto.
  6. f- Il Tavolo “Da Capo a Piedi” si è attivato per conoscere e proporre ai GAS (e non solo) 3 aziende tessili locali, che hanno chiesto un sostegno al DES.
  7. DES Varese sta collaborando con Banca Etica e il Consorzio di assicurazioni etiche Caes per promuovere tra i GAS dei prodotti ad essi dedicati (il conto corrente per i GAS proposto da BPE e polizza RCAuto per i GAS proposta da Caes).
  8. Partecipazione al Gruppo revisione pdl sui GAS e alla costituzione di una RES (Rete di Economia Solidale) regionale.
  9. Ricerca nazionale sui GAS.

Per approfondimenti visitate il sito ufficiale del DES.

I commenti sono disattivati